La Storia

La naturale propensione alla coltivazione della vite della Castellana e la passione per l’agricoltura dei suoi abitanti incoraggiarono Manera Luigi a fondare una piccola cantina nel 1950. Nel 1979, il figlio Renato, dopo essersi diplomato presso la Scuola Enologica di Conegliano, ampliò la superficie vitata e diede vita all’Azienda. Ancora oggi seconda e terza generazione lavorano assieme unendo armoniosamente innovazione ed eredità famigliare.
Quest’azienda a conduzione famigliare è legata alla storia, alla memoria e alle tradizioni che rimangono i punti di riferimento di un presente che guarda al futuro.

Il Territorio

                                                                                                                                       
Sin dal Medioevo la vite veniva coltivata attorno alle mura della cittadina di Castelfranco Veneto grazie al clima favorevole della zona e alla struttura di sui terreni. I suoli siti a Nord infatti sono ghiaiosi e drenanti e donano bianchi freschi, eleganti e aromatici; I suoli rivolti a Sud-Est, invece, sono calcareo-argillosi e permettono un’eccellente maturazione delle uve rosse, regalando vini rossi di struttura, idonei anche all’invecchiamento.

I Vigneti

L’Azienda Agricola Manera Luigi lavora circa 10 ettari di vigneto, di cui il 60% a varietà rosse ed il 40% a varietà bianche. I vigneti, situati nelle campagne limitrofe al Comune di Castelfranco Veneto, si suddividono in tre appezzamenti che presentano una densità di impianto che va dalle 2200 alle 3000 piante per ettaro. La forma di allevamento più diffusa nell’Azienda è il Sylvoz. L’amore per la terra oltre all’assoluto rispetto per l’ambiente e per la biodiversità hanno permesso all’Azienda di portare avanti negli anni un progetto di viticoltura che fosse sempre più sostenibile.

La Cantina

L’Azienda Agricola Manera Luigi, per la produzione dei suoi vini, è attrezzata con i più moderni impianti di lavorazione, che le permettono di vinificare ogni anno circa 1800 ettolitri di vino. Per la vinificazione e lo stoccaggio l’azienda utilizza cisterne in acciaio inossidabile e vasche in cemento; Invece, per la rifermentazione dei vini frizzanti e spumanti impiega cisterne a pressione chiamate autoclavi. Le botti in rovere francese infine sono necessarie al lento affinamento dei rossi più strutturati.

La famiglia

Renato ManeraEnologo
Renato Manera si diploma nel 1979 presso il prestigioso Istituto Cerletti di Conegliano e diviene poi ufficialmente titolare ed enologo dell’Azienda. Ancora oggi Renato segue con passione e maestria ogni fase della vinificazione per garantire ai cliente prodotti di qualità sempre eccellente.
                                                                   

Fabio ManeraSommelier
Fabio Manera, figlio di Renato e Daniela, dopo il diploma nel 2005 in Grafica Pubblicitaria decide di lavorare per l’azienda di famiglia come Responsabile Marketing. Inoltre nel 2009 Fabio ottiene il titolo di sommelier di terzo livello presso L’Associazione Italiana Sommelier.
                                                                                                                                                               

Daniela PozzobonResponsabile Amministrativa
Daniele Pozzobon, moglie di Renato, entra a far parte dell’Azienda negli anni 90. Ben presto diventa di fondamentale importanza per la gestione amministrativa dell’azienda nonché per la vendita diretta al pubblico, che segue tuttora.

Linda ManeraEnologa e Responsabile Laboratorio
Linda Manera, figlia di Renato e Daniela, dopo la Laurea triennale in Scienze e Tecnologie Viticole ed Enologiche a Padova e quella Magistrale in Viticoltura, Enologia e Mercati Vitivinicoli a Udine, decide nel 2018 di entrare in Azienda per apportare le proprie capacità tecniche.